01/11/2021 - Camera di Commercio delle Marche: Bando di sostegno alla produzione del cappello di qualità marchigiano - anno 2021

Scadenzario

 

COMUNICATO STAMPA DELLA REGIONE MARCHE

BANDO DI SOSTEGNO ALLA PRODUZIONE DEL CAPPELLO DI QUALITÀ MARCHIGIANO - ANNO 2021.

Presentazione delle domande dal 1° novembre 2021 al 31 gennaio 2022

Nel quadro delle proprie iniziative istituzionali per promuovere la competitività delle produzioni di qualità, la Camera di Commercio intende proseguire con azioni di sostegno alle imprese che, nonostante la contrazione dei consumi e dell’economia globale, proseguono la propria attività nel territorio marchigiano producendo articoli di qualità che rendono questa regione leader per alcuni prodotti Made in Italy.

Circa il 70% della produzione marchigiana del cappello è destinato al mercato nazionale anche se all’estero i nostri manufatti sono apprezzati in Francia, Giappone e Stati Uniti d’America, Russia e gli altri paesi dell’Europa dell’Est.

L'incontro con le produzioni provenienti dall’Est Europa e dalla Cina si è trasformato in collaborazione e non competizione: nelle Marche le imprese sono piccole e flessibili, riescono ancora ad adattare la produzione, mantenendo un prodotto di alta qualità che rispecchia l’italian style.

Questo bando intende dunque incentivare quelle imprese che, grazie alle proprie potenzialità, alla perseveranza e all’impegno, contribuiscono, con gli investimenti in beni, strumenti e prodotti altamente qualificati, al Made in Marche.

A tal fine è previsto uno stanziamento complessivo di euro 180.000,00.

Il presente bando rientra nell'ambito dell'accordo siglato dalla Camera di Commercio delle Marche con la Regione Marche nel quadro delle azioni sinergiche a sostegno dell' internazionalizzazione delle imprese.

La domanda potrà essere presentata a partire dal 1° novembre 2021 fino al 31 gennaio 2022

Visualizza il BANDO


Responsabile del Procedimento Dott. Fabrizio Schiavoni

 


 

SINTESI DELLA NORMATIVA

DOMANDE: dall'1/11/2021 al 31/01/2022 (sarà un Click Day)

FONDI STANZIATI€ 180.000,00

SOGGETTI AMMESSI: codice ateco 14.19.10

DEVONO AVERE ALMENO:

Un marchio registrato

abbiano almeno uno marchio registrato regolarmente all’UIBM o che intendano registrarlo/estenderlo attraverso la partecipazione al bando in argomento;

Un sito internet di proprietà

I CONTRIBUTI SONO IN DE MINIMIS

INTERVENTI AMMISSIBILI

a. la realizzazione di uno o più campionari/collezioni nuove (es. acquisto materia prima, attrezzature per la lavorazione e consulenza per progettazione e realizzazione);

b. la certificazioni green dei cicli produttivi e/o dei manufatti;

c. la registrazione/estensione del proprio marchio, per una spesa massima riconoscibile di 1.500 euro, che, se non già in possesso dell’azienda, rappresenta comunque condizione necessaria per la partecipazione al bando in argomento.

SPESE AMMISSIBILI

- attrezzature per la lavorazione e materie prime – anche green (il bando non dice nulla, sono quindi ammessi i beni usati) ;

- consulenze stilistiche e progettazione per la realizzazione dei prototipi;

- ottenimento di certificazioni green per la realizzazione dei processi produttivi;

- la registrazione/estensione del proprio marchio, fino ad un massimo di spesa pari ad euro 1.500.

Sono escluse le spese per: strumentazione hardware e software, la pubblicità e materiale promozionale dell’azienda, consulenze generiche ed contabile/finanziarie

LE SPESE DEVONO ESSERE SOSTENUTE DAL 1° LUGLIO 2021 AL 31 DICEMBRE 2021

DOMANDE A CONSUNTIVO PER SPESE GIA' FATTURATE E PAGATE

Questi sono i documenti che devono essere allegati:

1) copia delle fatture per le voci di spesa previste dall’art. 4 del bando, opportunamente quietanzate: le modalità di quietanza dei documenti contabili possono consistere anche, ad esempio, in una fotocopia del bonifico bancario;

2) copia del marchio di proprietà registrato o documentazione attestante la richiesta di registrazione/estensione;

3) documentazione attestante la produzione di cappelli (es. il catalogo, le foto delle collezioni presentate in occasioni di fiere, la collezione sul sito internet di proprietà, etc.);

4) copia delle certificazioni relative alle materie prime acquistate, come descritto nell’art. 4 del bando, o delle imprese fornitrici dei materiali;

5) copia delle certificazioni in corso di conseguimento o conseguite per cui l’impresa richiedente sta sostenendo l’avvio o il mantenimento, corredate dai contratti con la società certificatrice.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO del 50%, agevolazione massima € 4.000,00

DURC in regola alla data di presentazione della domanda