26/7/2021 - Regione Marche - Contributi per la diffusione di negozi di vendita di prodotti sfusi e alla spina

Scadenzario

LINK CON TUTTA  LA NORMATIVA

BANDO

 


COMUNICATO STAMPA DELLA REGIONE MARCHE DEL 16 GIUGNO 2021

MERCOLEDÌ 16 GIUGNO 2021  13:00

BANDO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PER LA DIFFUSIONE DI NEGOZI DI VENDITA DI PRODOTTI SFUSI E ALLA SPINA - anno 2021 - CODICE BANDO: 4742

In arrivo i contributi per la diffusione di negozi di vendita di prodotti sfusi e alla spina.

Con DDPF n.159 del 09.06.2021 è stato pubblicato il bando per l’apertura di nuovi negozi di vendita di prodotti sfusi e alla spina o per la realizzazione di punti vendita di prodotti sfusi e alla spina in esercizi commerciali già esistenti con particolare riferimento agli esercizi commerciali e di SAB che hanno sospeso temporaneamente l’attività a causa del Covid – 19

Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio esistenti e delle SAB esistenti

Le  domande di accesso al contributo dovranno essere presentate, entro il 26 luglio 2021.

Il bando e relativi allegati sono reperibili nella sezione  https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Bandi utilizzando il pulsante di ricerca: "Ricerca bando per codice" ed inserendo il codice 4742

IN ALTERNATIVA CLICCA QUI


SINTESI  DELLA NORMATIVA

SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: 26/7/2021  (non è un click day)

FONDI STANZIATI: € 100.000,00

PRODOTTI SFUSI (1.2)

1.2 Per prodotti sfusi di intendono i prodotti la cui vendita in modalità sfusa o alla spina è espressamente prevista dalla rispettiva normativa di settore:
- Alimentari: pasta, riso, cereali, legumi, biscotti, sale, frutta secca, zucchero, olio, caramelle, caffè e surgelati sfusi.
- Detersivi: di tutte le tipologie.
- Latte: crudo intero.
- Cibo per animali.
- Bevande: analcoliche (come succhi di frutta) e bibite varie, alcoliche (vini e birre).

SOGGETTI BENEFICIARI (2)

2.1 I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio esistenti e delle SAB esistenti;

SOGGETTI NON AMMESSI (2.2)

a) tra le attività commerciali:
- attività di vendita non rivolte al pubblico (spacci interni);
- attività di vendita di merci prodotte in proprio (agricoltori, artigiani, ecc.);
- attività che prevedono trasformazione di prodotti;
- distributori automatici
- attività di commercio elettronico
- attività di rivendita di carburanti
- attività di commercio all’ingrosso;
- attività di commercio su aree pubbliche che non operano con strutture stabilmente fissate al suolo quali box o chioschi;
- attività di vendita promiscua

IL VOLUME DI AFFARI NON DEVE ESSERE SUPERIORE AD € 2MLN

TIPO DI INTERVENTO (3)

Per le attività commerciali:

a) Ristrutturazione, manutenzione straordinaria di una nuova attività commerciale dedita prevalentemente3 alla vendita di prodotti sfusi e alla spina;
b) Ampliamento, adeguamento e sistemazione degli spazi per la vendita prevalente di prodotti sfusi e alla spina in esercizi commerciali già esistenti;
c) Ampliamento, adeguamento e sistemazione degli spazi per la vendita di prodotti sfusi e alla spina (es. corner);
d) Attrezzature fisse e mobili ed arredi strettamente inerenti l’attività di vendita di prodotti sfusi e alla spina

Per le attività di Sab

e) Attrezzature (es. dispencer, spinatrice) strettamente inerenti l’attività di vendita di prodotti alla spina e di prodotti sfusi da collocare in apposito spazio (es. corner)

Per la attività commerciali e di Sab

f) Spese di investimento finalizzate all’adeguamento delle imprese all’emergenza Covid-19 solo se sostenute congiuntamente ad uno o più degli interventi di cui ai punti a) b) c) d) ed e)

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO DEL 40%

INVESTIMENTO MINIMO:  € 2.000,00

INVESTIMENTO MASSIMO: € 40.000,00

DECORRENZA DELLE SPESE:  1.1.2020

POSSONO ESSERE PRESENTATE DOMANDE A PREVENTIVO

L'investimento deve essere ultimato entro sei mesi dal decreto di concessione

CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA (11.1)