3732 - Sisma: Por Filiere Made in Italy, il bando è stato prorogato al 30/11/2018

News

 

LINK

POR MARCHE FESR 2014-2020 - Asse 8 - OS 23 - Intervento 23.1.1 Supporto alla competitività del made in italy


Il presente intervento viene avviato nell'ambito della revisione della programmazione regionale dei fondi strutturali a sostegno della ripresa socio-economica delle aree colpite dal sisma previsti dal POR FESR Marche 2014-2020 approvata con Decisione C(2017) 8948 del 19/12/2017, recepita dalla regione Marche con deliberazione n. 1597 del 28/12/2017.

Con il presente bando la Regione si intende rafforzare la competitività delle filiere del made in Italy presenti nelle aree gravemente colpite dal sisma dell’agosto - ottobre 2016 anche attraverso la cross-fertilisation fra settori, ovvero promuovendo l’introduzione di tecnologie e servizi provenienti da settori ad alta intensità di conoscenza per favorire l’innovazione, la diversificazione  e la qualità dei prodotti e un miglioramento  dei processi produttivi. L’intervento intende, inoltre, sostenere ed accrescere la riconoscibilità sui mercati dei prodotti del made in italy veicolando l’identità dei territori di riferimento.

Nello specifico, l’intervento intende incentivare lo sviluppo di soluzioni innovative volte a fornire risposte concrete ai bisogni del territorio colpito dall’evento sismico e capaci di innescare il processo di ripresa del tessuto economico e produttivo delle aree interessate e di accrescere il grado di innovazione delle PMI.

Ulteriore obiettivo è quello di favorire l’attivazione di sinergie e complementarietà fra imprese e fra queste ed altri attori dell’innovazione: Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza pubblici o privati, Istituti Tecnici Superiori, Enti locali, imprese culturali creative e del terziario avanzato.

L’intervento è rivolto prioritariamente alle imprese dei seguenti comparti produttivi: Pelle, cuoio e calzature; Tessile, abbigliamento, berretti e cappelli; Legno e mobile; Agroindustria; Edilizia e costruzioni; Meccanica ed Elettronica; aggregate nell’ambito di sistemi innovativi (es: sistema casa, sistema agroalimentare, sistema moda etc).

I programmi di investimento, così come dettagliati nel bando, dovranno svilupparsi in maniera preponderante negli ambiti tematici definiti dalla “Strategia di specializzazione intelligente”, approvata definitivamente con D.G.R. n. 1511 del 5 dicembre 2016 a seguito del negoziato con la Commissione Europea.

Saranno ammessi alle agevolazioni i programmi di investimento che prevedono la diversificazione della produzione attraverso la realizzazione di una o più linee di innovazione previste all’interno dell’“ambito applicativo innovativo” orizzontale prescelto (es: sistema moda, sistema casa e arredo, etc), come dettagliato nel bando.

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando le PMI esclusivamente in forma associata in grado di dimostrare il rispetto dei requisiti formali indicati nel bando medesimo. La procedura utilizzata per la selezione degli investimenti è quella “valutativa a graduatoria” ed i relativi criteri di valutazione sono stati selezionati tra quelli approvati nel Comitato di Sorveglianza.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto concesso ai sensi del Reg. (UE) n. 651/2014, con percentuali che variano dal 10 al 50% del costo ammissibile, in base alla dimensione dell’impresa ed alla tipologia di spesa prevista, o, a scelta del proponente, ai sensi Reg. (UE) n. 1407 /2013 e s.m.i. (a titolo de minimis), con una percentuale del 60% per ogni tipologia di spesa prevista. L’agevolazione è più elevata nel caso il proponente opti per l’agevolazione con regolamento Reg. (UE) n. 651/2014) e gli investimenti materiali e immateriali vengano localizzati nei Comuni di cui alla Carta degli aiuti a finalità regionale ex art. 107. 3c.

Il costo totale ammissibile del programma di investimento presentato a valere sul presente bando non deve essere inferiore a € 100.000,00; il contributo concedibile sarà calcolato su un ammontare massimo di spese ammesse non superiore a € 700.000,00.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate dal 03 settembre 2018 ed entro, e non oltre, il 30 novembre 2018 ore 13:00, sulla Piattaforma informatizzata SIGEF.


Atti:

- DDPF n. 136 del 09/10/2018 - Proroga della scadenza per la presentazione delle domande

DDPF n. 64 del 20/06/2018 - Approvazione bando

Bando

- Scheda sintetica



Contatti:

Emanuele Petrini : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.