31/03/2016 - Incentivi a favore degli investimenti nel settore dell’autotrasporto di merci

Bandi chiusi

Incentivi a favore degli investimenti nel settore dell’autotrasporto di merci

 

LINK

Ministero dei Trasporti

Rete Autostrade Mediterranee S.p.A.

FAQ

 

RIFERIMENTO NORMATIVI

D.M. prot. 322 del 29 settembre 2015.

Tale Decreto Ministeriale entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. I relativi investimenti sono finanziabili solo se avviati in data posteriore alla pubblicazione del Decreto.

Il suddetto D.M. ed il connesso Decreto Dirigenziale attuativo prot. n. 175 del 21 ottobre 2015 sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 257 del 04 novembre 2015.

Circolare esplicativa prot. 21337 del 19 novembre 2015

 

DATA PRESENTAZIONE DOMANDA - dal 05 novembre 2015 al 31 marzo 2016.

 

AMBITO – Intero territorio Nazionale

 

SOGGETTO GESTORE -  Società Rete Autostrada Mediterranee (RAM)

 

FINALITA’ (art. 1 c.2) - Rinnovo  e adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l'acquisizione  di beni strumentali per il trasporto intermodale, nonche'  per  favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione  fra  le  imprese  del

settore

 

FONDI STANZIATI – 15 milioni di euro

 

SOGGETTI BENEFICIARI - imprese di autotrasporto di merci per conto di  terzi

attive  sul  territorio  italiano,  in  regola  con  i  requisiti  di iscrizione  al  Registro  elettronico  nazionale  e  all'Albo   degli autotrasportatori di cose per  conto  di  terzi.

Art. 4 c. 1 “Possono proporre domanda le imprese di autotrasporto di cose per conto  di  terzi,  nonche'  le   strutture   societarie,   risultanti dall'aggregazione di dette imprese, costituite a norma del  libro  V, titolo VI, capo I, o del libro V, titolo X, capo  II,  sezioni  II  e II-bis  del  codice  civile,  ed  iscritte  al  Registro  elettronico nazionale istituito dal Regolamento (CE) n. 1071/2009 del  Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009.”

 

SPESE AMMISSIBILI  E CONTRIBUTO

 

Lettera a): piccole, medie e grandi imprese

Lettera b) e c): solo piccole e medie imprese

 

A) 6,5 milioni di euro per acquisizione (anche mediante locazione finanziaria) di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico da 3,5 a 7 tonnellate (contributo di 4.000 euro per veicolo), nonché pari o superiori a 16 tonnellate, a trazione alternativa a metano CNG (contributo di 9.000 euro per veicolo di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 t) e gas naturale liquefatto LNG (contributo di 13.000  euro per ogni veicolo di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 t);

 

Le intensità di aiuto sono maggiorate del 10 % per l'acquisizione di beni cui alla lettere a) in caso di piccole e medie imprese.

 

B) 6,5 milioni di euro per acquisizione (anche mediante locazione finanziaria) di semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi (vedasi l'allegato tecnico a pagina 6) volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica. Il contributo viene determinato nel limite del 10 % del costo di acquisizione in caso di medie imprese e del 20% di tale costo per le piccole imprese, con un tetto massimo di euro 6.000 per ogni semirimorchio;

 

Le intensità di aiuto sono maggiorate del 15 % per le acquisizioni di cui alla lettera B) effettuate da piccole e medie imprese aderenti ad una rete d'impresa.

 

C) 2 milioni di euro per l'acquisizione, da parte di piccole e medie imprese (anche mediante locazione finanziaria) di container e casse mobili, intesi quali unità di carico intermodale standardizzate in modo da assicurarne la compatibilità con tutte le tipologie di mezzi di trasporto.  Il contributo viene determinato nel limite del 10 % del costo di acquisizione in caso di medie imprese e del 20% di tale costo per le piccole imprese, con un tetto massimo del contributo unitario pari a euro 2.000.

 

Le intensità di aiuto sono maggiorate  del 15 % per le acquisizioni di cui alla lettera C) effettuate da piccole e medie imprese aderenti ad una rete d'impresa.

 

I beni di cui alle lettere a) e b) devono essere NUOVI DI FABBRICA

 

LEASING AMMESSO – Il pagamento dei beni in leasing è chiarito al punto 6.1 della Circolare esplicativa del 19 novembre 2015.

 

In caso di richieste eccedenti rispetto ai fondi disponibili è prevista la RIDUZIONE PROPORZIONALE DEI CONTRIBUTI FRA TUTTE LE IMPRESE.

Art. 1 c.6 “Ove, a causa  dell'esaurimento  delle  risorse  disponibili  per ciascuna area anche dopo l'eventuale rimodulazione di cui al comma 5,il  numero  delle  imprese  ammesse   al   beneficio   non   consenta l'erogazione degli importi a  ciascuna  spettanti,  con  decreto  del Direttore della Direzione generale per il trasporto  stradale  e  per l'intermodalita'  si  procedera'  alla  riduzione  proporzionale  dei contributi fra le stesse imprese collocate nelle aree  rispetto  alle quali le risorse si sono rivelate insufficienti.”

 

DE  MINIMIMIS – L’agevolazione non è in de minimis

 

DECORRENZA DELLE SPESE – L’investimento deve essere avviato a partire dal 04 novembre 2015 ed essere già completato (con fattura quietanzata) entro la data di presentazione della domanda.

In base a quanto previsto dal D.M. 322/2015 è possibile presentare la domanda di ammissione ai contributi esclusivamente ad investimento perfezionato e ultimato, con produzione non solo del contratto d’acquisto, ma anche dei documenti comprovanti l’avvenuta immatricolazione (ovvero della presentazione della relativa richiesta all’UMC), nonché prova del pagamento del prezzo di acquisizione del bene (tramite fatture quietanzata).”

 

AGEVOLAZIONE  MASSIMA - € 400.000,00 per ogni impresa

 

CUMULABILITA' – non è cumulabile con altri contributi pubblici. Punto 9 della Circolare esplicativa del 19 novembre 2015.

 

VINCOLO DESTINAZIONE DEI  BENI - beni  di  cui al comma 4 non  possono  essere  alienati  e  devono  rimanere  nella disponibilita' del beneficiario del contributo fino  al  31  dicembre 2018.

 

PER  INFORMAZIONI - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o al Numero Verde 800896969.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Autotrasporto Circolare Studio Astolfi.pdf)Autotrasporto Circolare Studio Astolfi.pdf 68 Kb