08/04/2016 - Regione Marche - Bando Salute e Benessere

Bandi chiusi

Rev 22/12/2015

 

POR MARCHE FESR 2014-2020 -Asse 1 – Os 3 – Azione 3.1 - Bando: “Promuovere soluzioni innovative per affrontare le sfide delle comunità locali nell’ambito della salute e benessere”

€ 10.000.000,00.

 

LINK DELLA REGIONE MARCHE CON TUTTA LA NORMATIVA

 

RIFERIMENTO NORMATIVI: decreto 118 del 4/12/2015 (Bur Marche del 10/12/2015)

 

DATA PRESENTAZIONE DOMANDA: ore 12 di venerdì  8 aprile 2016 (120gg dal 10/12/2015)

 

AMBITO TERRITORIALE: Regione Marche - art. 5 "avere l’unità produttiva sede dell’investimento (sede legale o unità operativa) ubicata nel territorio della Regione Marche.  Per le imprese prive della sede di investimento nelle Marche al momento della domanda, tale requisito dovrà sussistere alla data del primo pagamento. Resta inteso che il progetto dovrà essere interamente realizzato nelle Marche."

 

FONDI STANZIATI: € 10.000.000,00

 

SOGGETTI BENEFICIARI (5)

Possono partecipare alle agevolazioni previste dal presente bando aggregazioni di  imprese (micro, piccole, medie  e grandi), così come definite dal  Regolamento UE n. 651 del 17 giugno 2014, in partenariato con strutture  Sanitarie, Sociali e Socio-sanitarie (soggetti sperimentatori), e in collaborazione con organismi di ricerca e diffusione della conoscenza.

 

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE DEI SOGGETTI SPERIMENTATORI (5.2)

devono rientrare tra le seguenti categorie:

Soggetti sperimentatori di rilevanza pubblica

  • l’Azienda sanitaria unica regionale (ASUR) e le Aree Vaste Territoriali;
  • l’ Azienda ospedaliero universitaria “Ospedali Riuniti Umberto I - G.M. Lancisi – G. Salesi” e
  • l’ Azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti Marche Nord”;
  • l’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico per anziani (INRCA)
  • gli ambiti territoriali e sociali (ATS)
  • le aziende pubbliche di servizi alla persona (ASP)

 

Altri soggetti sperimentatori

strutture che svolgono una attività economica - principale o secondaria -  ricompresa nella lettera Q (Sanità e assistenza sociale) della classificazione ATECO 2007, autorizzate ed accreditate.

 

ATTIVITA AMMISSIBILI

L’attività economica, principale o secondaria,  rientrante nelle sezioni identificate dai codici ATECO 2007 riportate nell’allegato 3. Almeno un’ impresa o un soggetto sperimentatore privato del partenariato descritto al successivo punto 6, dovrà avere l’attività economica, principale o secondaria, rientrante nei settori "ad alta intensità di conoscenza" evidenziati nell’allegato 3.

 

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE (6)

La partecipazione è consentita ai soggetti beneficiari indicati al punto 5 che dovranno costituire un partenariato  tra:

  1. almeno tre imprese con sede dell’investimento ubicata nel territorio delle Marche, indipendenti l’una dall’altra, cioè non associate e non collegate di cui non più di una grande impresa e almeno una micro o piccola impresa. Per lo sviluppo del progetto le imprese dovranno attivare rapporti di collaborazione con organismi di ricerca e diffusione della conoscenza;
  2. almeno un soggetto sperimentatore, idoneo a condurre la sperimentazione delle soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi oggetto dei progetti proposti. Nel  partenariato deve essere obbligatoriamente presente almeno un soggetto sperimentatore di rilevanza pubblica.

 

 

L’aggregazione  tra  imprese si verifica quando:

  1. una quota non inferiore al 10% del costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni viene sostenuta da una o più micro o piccole imprese;
  2. nessuna impresa beneficiaria sostiene da sola più del 35% del costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni.

 

Il partenariato tra aggregazioni di imprese e soggetto/i sperimentatore/i si verifica quando:

  1. uno o più soggetto/i sperimentatore/i sostengono almeno il 10% e non più del 20% del costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni.

 

La collaborazione tra imprese e  organismi di ricerca e diffusione della conoscenza si verifica quando:

  1. l’organismo di ricerca e diffusione della conoscenza svolge, a supporto delle imprese, attività di ricerca e sviluppo e/o fornisce servizi e consulenze pari almeno al 10% del costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni.

 

E’ fatto divieto:

  1. per la stessa impresa partecipare al bando con più progetti;
  1. per lo stesso soggetto sperimentatore partecipare a più di due progetti. L’Azienda Sanitaria Unica Regionale potrà presentare due progetti per ciascuna Area Vasta;
  1. per lo stesso soggetto partecipare contemporaneamente al medesimo progetto come soggetto sperimentatore e come organismo di ricerca e diffusione della conoscenza;
  2. per lo stesso soggetto partecipare contemporaneamente al medesimo progetto come soggetto sperimentatore e impresa;
  3. per lo stesso soggetto partecipare contemporaneamente al medesimo progetto come organismo di ricerca e diffusione della conoscenza e impresa.

 

TIPOLOGIA DELLE ATTIVITA' FINANZIABILI (7)

Le imprese dovranno  proporre attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale ricadenti in uno o più  ambiti tematici e aree di ricerca e sperimentazione individuati nell’allegato 4.

 

SPESE AMMISSIBILI  (8)

  1. spese di personale: ricercatori, personale tecnico,  altro personale ausiliario, nella misura in cui sono impiegati nel progetto;
  1. costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto.
  2. costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto. Tali spese non possono eccedere il 30% del totale del costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni. I soggetti sperimentatori potranno rendicontare sotto questa voce anche  i costi relativi all’esternalizzazione  di servizi direttamente imputabili alla sperimentazione del progetto. In questo caso il limite di spesa è  quello previsto per le attività di sperimentazione e pari al 20% del costo complessivo del progetto.
  3. costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi direttamente imputabili al progetto.

Non sono ammissibili alle agevolazioni le spese generali.

 

SPESA MINIMA (12): € 600.000,00

 

SPESA MASSIMA (12)€ 3.000.000,00

 

L'agevolazione non è in DE  MINIMIS (9)

AGEVOLAZIONE (9)

 

Intensità di aiuto per le imprese  che partecipano al partenariato:

  • 60% dell’investimento ammesso  per la micro e piccola impresa;
  • 50% dell’investimento ammesso per la medie impresa;
  • 40% dell’investimento ammesso per la grande impresa;

 

Intensità di aiuto per i soggetti sperimentatori che svolgono attività di tipo economico:

  • 60% delle attività di sperimentazione ammesse, per la micro e piccola impresa;
  • 50% delle attività di sperimentazione ammesse per la medie impresa;
  • 40% delle attività di sperimentazione ammesse per la grande impresa;

percentuale di contributo concesso ai soggetti sperimentatori di rilevanza pubblica:

  • 80%  delle attività di sperimentazione ammesse [

 

CUMULABILITA' (10)

Per i soggetti sottoposti al regime di aiuto, il contributo pubblico concesso ai sensi del presente bando  è cumulabile, per i medesimi costi ammissibili, con altre agevolazioni pubbliche (previste da norme comunitarie, statali, regionali) nel rispetto della normativa applicabile in materia di aiuti di stato ed in particolare nel rispetto delle intensità d’aiuto massime previste in tema di aiuti di Stato alla Ricerca e Sviluppo dalla Commissione Europea. Il contributo è altresì cumulabile con le agevolazioni che non siano qualificabili come aiuti di stato ai sensi dell’art. 107, comma 1 del Trattato CE.

 

DECORRENZA DELLE SPESE (11)

successivamente alla data di presentazione della domanda di partecipazione e comunque al massimo entro e non oltre 30 giorni dalla data in cui le imprese ricevono la comunicazione di concessione delle agevolazioni.

 

TERMINE PER LA REALIZZAZIONE DELL'INVESTIMENTO (11)

I progetti dovranno concludersi entro 36 mesi dalla data di inizio del progetto (1080° giorno).

 

FASI DEL PROCEDIMENTO (14)

  • primo stadio

selezione delle idee progettuali;

  • secondo stadio

presentazione del progetto definitivo per le idee progettuali che hanno superato la selezione del primo stadio.

 

I CRITERI DI VALUTAZIONE sono stabiliti nell'allegato 2

 

PROROGA (14): è possibile richiedere una proroga di 6 mesi

 

ANTICIPAZIONE (14) è possibile richiedere  una anticipazione del 40% previa stipula di apposita polizza fidejussoira

 

VARIANTI (22)

 

VINCOLO STABILITA' DELLE OPERAZIONI (26)

 

RIDUZIONE  DI SPESA (25 let. e): riduzione massima 40%

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Il Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Anna Torelli, funzionario amministrativo presso la Regione Marche, P.F. “Innovazione, Ricerca, Distretto Tecnologico e Competitività dei Settori Produttivi”, via Tiziano n. 44 , Ancona, tel 071 8063602 fax 071 8063017, e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

 

ALLEGATO 3

ELENCO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE AMMISSIBILI (ATECO 2007)

Sono ammessi all’intervento gli investimenti finalizzati all’esercizio delle seguenti attività economiche (classificazione ATECO 2007):

C Attività Manifatturiere;

D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;

E Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;

F Costruzioni;

J Servizi di Informazione e Comunicazione, limitatamente ai codici 61-Telecomunicazioni, 62 - Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse – 63 Attività di servizi dei  servizi di informazione e altri servizi informatici

M Attività professionali, scientifiche e tecniche , limitatamente al codice 72 – Ricerca Scientifica e Sviluppo

N Noleggio, Agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente ai codici 78 - Attività di ricerca, selezione, fornitura di personale  -  82 - Attività di supporto per le funzioni d'ufficio e altri servizi di supporto alle imprese

Q Sanità e assistenza sociale

 

ELENCO DELLE ATTIVITA’  AD ALTA INTENSITA’ DI CONOSCENZA

Almeno un’ impresa o un soggetto sperimentatore privato del partenariato proponente dovrà avere l’attività economica, principale o secondaria, rientrante nelle seguenti divisioni:

21 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI FARMACEUTICI DI BASE E DI PREPARATI FARMACEUTICI

26 FABBRICAZIONE DI COMPUTER E PRODOTTI DI ELETTRONICA E OTTICA; APPARECCHI ELETTROMEDICALI, APPARECCHI DI MISURAZIONE E DI OROLOGI

30.3 FABBRICAZIONE DI AEROMOBILI, DI VEICOLI SPAZIALI E DEI RELATIVI DISPOSITIVI

59 ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI, DI REGISTRAZIONI MUSICALI E SONORE

60 ATTIVITÀ DI PROGRAMMAZIONE E TRASMISSIONE

61 TELECOMUNICAZIONI

62 PRODUZIONE DI SOFTWARE, CONSULENZA INFORMATICA E ATTIVITÀ CONNESSE

63 ATTIVITÀ DEI SERVIZI D'INFORMAZIONE E ALTRI SERVIZI INFORMATICI

72 RICERCA SCIENTIFICA E SVILUPPO