SelfiEmployment - Domande a partire dal 1° marzo 2016

Bandi aperti

Fondo Rotativo Nazionale SelfiEmployment

È il Fondo Rotativo Nazionale destinato a promuovere le iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità attraverso credito agevolato per gli iscritti a Garanzia Giovani.

LINK INVITALIA (normativa)

FAQ (Invitalia)


NORMATIVA: Avviso Pubblico del Ministero del Lavoro del 19 febbraio 2016

SOGGETTO GESTORE: Invitalia

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDEa partire dal 1° marzo 2016

Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a sportello.

Le domande saranno valutate secondo l'ordine cronologico di presentazione, non è quindi prevista una graduatoria.

FONDI DISPONIBILI A LIVELLO NAZIONALE: è un fondo rotativo con una dotazione di partenza di 124mln di euro

FONDI DISPONIBILI PER LA REGIONE MARCHE (art.1 ): € 237.011,04

Chiusura dello sportello per ogni Regione (art.11):  In caso di esaurimento delle risorse attribuite ad ogni Regione, come da tabella di cui all’articolo 1,Invitalia, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, comunica, ai sensi dell’a1tico1o2 comma 3 del citato decreto legislativo n. 123 del 1998, anche sul proprio sito intemet Per esaurimento delle risorse disponibili per ciascuna Regione e la chiusura dello sportello esclusivamente per le domande presentate da destinatari finali residenti, alla data di presentazione della domanda, nelle medesime Regioni.

AMBITO: Intero territorio nazionale

SOGGETTI BENEFICIARI (i NEET) Art. 4:

Possono accedere alla misura i NEET che alla data di presentazione della domanda devono:

a) avere compiuto il 18esimo anno di età;

b) non frequentare un regolare corso  di studi (secondari  superiori, terziari non universitari o universitari) o di formazione;

c) non essere inseriti in tirocini curriculari e/o extracurriculari;

d) essere  disoccupati  ai  sensi  dell’articolo  19,  comma  1     e  successivi  del  decreto  legislativo 150/2015 del 14 settembre 2015;

e) avere residenza sul territorio nazionale;

f) avere aderito al Programma Garanzia Giovani e  concluso il percorso di accompagnamento di cui alla misura 7.1  del PON IOG.

DEFINIZIONI

GARANZIA GIOVANI — Raccomandazione del Consiglio del 22 aprile 2013 pubblicata sulla

GUE Serie C 120/2013 del 26 aprile 2013, che istituisce una “garanzia” per i giovani invitando

gli Stati Membri a fornire ai giovani con meno di 25 anni un’offerta qualitativamente valida di

lavoro, di proseguimento degli studi, di apprendistato 0 di tirocinio 0 altra misura di

formazioneg

NEET — giovani che al momento de1l’adesione e presa in carico al programma Garanzia

Giovani hanno un’eté compresa tra i 15 e i 29 anni e che sono residenti sul territorio nazionale,

privi di occupazione, non inseriti in percorsi di studio 0 formazione. I requisiti della residenza,

della non occupazione, del non inserimento in percorsi di studio 0 formazione devono essere

posseduti anche alla data di presentazione della domanda ai fini del presente Avviso;

Percorso di accompagnamento di cui alla misura 7.1 del PON IOG — percorso di

formazione specialistica e di affiancamento consulenziale, erogato nell’ambito del PON IOG e

propedeutico e obbligatorio ai fini della presentazione della domanda di finanziamento

agevolato di cui al presente Avviso

AGEVOLAZIONE - (finanziamento a tasso zero, senza garanzie, massimo € 50.000,00)

Finanziamento agevolato con le seguenti caratteristiche:

- Importo da 5 mila a 50 mila euro;

- Tasso interesse: 0;

- Copre il 100% delle spese agevolate (iva esclusa);

- Devono essere restituiti in 7 anni (rimborsabile con rate mensili posticipate);

- No garanzie: non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma.

I FINANZIAMENTI  AGEVOLATI  SONO  COSI'  RIPARTITI (Art.3):

a)  microcredito, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 5.000 ed i 25.000 euro;

b)  microcredito esteso,  per iniziative con programmi  di  spesa  inclusi tra i 25.001  ed  i 35.000 euro;

c)  piccoli prestiti, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 35.001  ed i 50.000 euro.

I contributi sono in DE MINIMIS - Ai fi ni del presente Avviso, i finanziamenti saranno concessi nel rispetto della regola comunitaria del “de minimis” ai sensi del Reg. (UE) 1407/2013.

INIZIATIVE AMMISSIBILI (Art. 5)

- imprese  individuali,  società  di  persone,  società  cooperative  con  un  numero  di  soci  non superiore a nove, associazioni professionali e  società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda purché inattive;

- imprese  individuali,  società  di  persone,  società  cooperative  con  un  numero  di  soci  non superiore  a  nove non ancora  costituite,  a  condizione che  si  costituiscano  entro  60  giorni dall’eventuale provvedimento di ammissione, come specificato al successivo articolo 14.

Le forme societarie/associative sopra elencate, devono essere costituite da persone fisiche.

Iniziative non ammesse - Le  iniziative che  prevedono  il  rilevamento  di  azienda  già  esistente  né  il rilevamento di ramo d’azienda.

REQUISITI GENERALI DI AMMISSIBILITA’ (Art. 6)

ATTIVITA’ AMMISSIBILI (Art. 7)

Sono ammissibili Ie iniziative riferibili a tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, quali ad esempio:

- turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi;

- servizi alla persona;

- servizi per I’ambiente;

- servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);

- risparmio energetico ed energie rinnovabili;

- servizi alle imprese;

- manifatturiere e artigiane;

- imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n.  1407/2013;

-commercio al dettaglio e all‘ingrosso.

Sono esclusi:

- i  settori  della  pesca  e  dell’acquacultura,  della  produzione  primaria  in  agricoltura, nonché, in generale, le attività che si riferiscono a settori esclusi dall’articolo 1   del Regolamento UE 1407/2013

- le attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco (ATECO 2007, Sezione R divisione 92).

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI (Art. 8) - Le  agevolazioni,  sono  concesse  in  forma  di  un finanziamento  agevolato pari al 100% del programma di spesa senza  interessi  e  non assistito da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese di investimento (anche beni usati):

a) attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;

b) beni  immateriali ad  utilità pluriennale, ad  eccezione di brevetti licenze e  marchi ivi comprese fee di ingresso per le iniziative in franchising;

c) ristrutturazione  di  immobili  entro  il  limite  massimo  del  dieci  per  cento  del  valore  degli investimenti ammessi.

Spese per l’avvio attività

- materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti

- al processo produttivo;

- utenze e canoni di locazione per immobili;

- prestazioni di garanzie assicurative funzionali all’attività finanziata;

- salari e stipendi.

Sono ammessi beni usati a determinate condizioni -E’  possibile  ammettere  alle  agevolazioni  anche  beni usati  purché  forniti da  rivenditori autorizzati  (usato  garantito),  corredati  da  idonee  dichiarazioni  che  gli stessi beni  non siano  stati oggetto  di  precedenti  agevolazioni  pubbliche  e   che  offrano  idonee  e   comprovate  garanzie  di funzionalità.

L’acquisto  di autovetture/automezzi é  ammissibile limitatamente ai mezzi  strettamente funzionali all’attività d’impresa.

Non sono ammissibili le spese relative a mezzi di trasporto merci su strada da parte di imprese che effettuano il trasporto di merci su strada per conto terzi.

L'iva non è finanziata.

DECORRENZA DELLE SPESE:  SUCCESSIVE ALLA DATA DI PRESENTAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA:

TERMINE PER L'AVVIO DELL'ATTIVITA' (faq): Entro 6 mesi dal perfezionamento di ammissione, il destinatario deve comunicare di essere in possesso di tutti i permessi, licenze ed autorizzazioni necessarie per lo svolgimento dell'attività, ed aver realizzato una quota parte dell'investimento sufficiente a garantire l'erogazione dei prodotti ee/o servizi previsti ovvero l'emissione di almeno una fattura.

TERMINE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA: 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento di ammissione.

VARIAZIONI COMPAGINE SOCIALE (art. 11)

CRITERI DI VALUTAZIONE -  (Allegato 2),  Articolazione dei criteri di valutazione in parametri con indicazione dei punteggi assegnabili ai piani d’impresa, nonché delle soglie minime per l’accesso al finanziamento agevolato

EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI (art.15)

a microcredito, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 5.000 ed i 25.000 euro;

L’erogazione delle agevolazioni avviene in un’unica soluzione,  successivamente   all’avvenuto perfezionamento   del provvedimento di ammissione.

Il piano di ammortamento decorre dal sesto mese successivo alla data di erogazione delle agevolazioni.

b)   microcredito esteso,  per iniziative con programmi  di  spesa  inclusi tra i 25.001  ed  i 35.000 euro;

Un anticipo pari ad euro 25.000 (venticinquemila) successivamente al perfezionamento   del provvedimento di ammissione.  Il piano di ammortamento decorre dal sesto mese successivo alla data di erogazione delle agevolazioni.

-    Il saldo dopo il completamento e pagamento del programma di spesa. Il piano di ammortamento decorre dal mese successivo alla data di erogazione del contributo.

c) piccoli prestiti, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 35.001 ed i 50.000 euro.

- stato avanzamento lavori entro tre mesi dal perfezionamento del provvedimento, non superiore al 50% delle spese previste dal programma approvato, mediante la presentazione di documenti di spesa di pari valore anche

non quietanzati

- una richiesta di saldo (ovvero in un’unica soluzione), entro diciotto mesi dal perfezionamento del provvedimento, a fronte del completamento e pagamento del programma di spesa.

- Il piano di ammortamento decorre dal mese successivo all'erogazione del saldo.

A FINE LAVORI E' PREVISTO  UN INCONTRO DI MONITORAGGIO PRESSO LA SEDE DELLA DITTA (solo per il microcredito esteso e piccoli prestiti)

OBBLIGHI A CARICO DEI DESTINARI FINALI (art.16)

i) mantenere l’attivita di impresa per almeno 3 anni dalla data di erogazione dell’ultima quota di agevolazione e comunque fino alla restituzione totale del finanziamento stesso;

J ) non trasferire altrove, o alienare o destinare ad usi diversi da quelli previsti nel programma di investimenti, senza l’autorizzazione di Invitalia, beni mobili e/o i diritti aziendali ammessi alle agevolazioni prima che siano trascorsi 3 anni dalla data di erogazione dell’u1tima quota di

finanziamento agevolato e comunque finoo alla restituzione totale del finanziamento stesso;

GARANZIA ASSICURATIVE (art. 17)

c)   piccoli prestiti, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 35.001  ed i 50.000 euro. I destinatari finali delle agevolazioni di cui alla fattispecie “Piccoli Prestiti” si obbligano ad assicurare ed a mantenere assicurati gli impianti, le attrezzature, i macchinari, ed ogni altro bene di investimento ammesso al finanziamento

CUMULO (art.19) - Le agevolazioni di cui a1 presente Avviso non sono cumulabili con altre agevolazioni concesse al destinatario finale, anche a titolo di “de minimis”, laddove riferite alle stesse spese ammissibili.

TUTORING (art. 21) - I destinari finali possono richiedere un servizio di tutoring per accrescere le competenze imprenditoriali dei giovani e favorire lo sviluppo dell'attività

TEMPISTICA

- il provvedimento di ammissione o di non ammissione alle agevolazioni è adottato entro 60  giomi dalla data di presentazione della domanda,

- Invio della documentazione necessaria per il perfezionamento del provvedimento di ammissione: 60gg.

- Realizzare il programma entro 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento di ammissione.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Circolare Studio Astolfi  SelfiEmployment.pdf)Circolare Studio Astolfi SelfiEmployment.pdf 121 Kb