11/04/2022 - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

INDICE

  1. Normativa di riferimento
  2. Facsimile1
  3. Facsimile 2 per le agevolazioni 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Testo Unico in materia di documentazione amministrativa

(D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

Capo III
Semplificazione della documentazione amministrativa

Sezione I
Istanze e dichiarazioni da presentare alla pubblica amministrazione

 

Articolo 38 (L-R)

Modalità di invio e sottoscrizione delle istanze

1. Tutte le istanze e le dichiarazioni da presentare alla pubblica amministrazione o ai gestori o esercenti di pubblici servizi possono essere inviate anche per fax e via telematica. (L) 

2. Le istanze e le dichiarazioni inviate per via telematica, vi comprese le domande per la partecipazione a selezioni e concorsi per l'assunzione, a qualsiasi titolo, in tutte le pubbliche amministrazioni, o per l'iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti presso le pubbliche amministrazioni, sono valide se effettuate secondo quanto previsto dall'articolo 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82. (L) (1)

3. Le istanze e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà da produrre agli organi della amministrazione pubblica o ai gestori o esercenti di pubblici servizi sono sottoscritte dall'interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. La copia fotostatica del documento è inserita nel fascicolo. La copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate per via telematica; nei procedimenti di aggiudicazione di contratti pubblici, detta facoltà è consentita nei limiti stabiliti dal regolamento di cui all'articolo 15, comma 2 della legge 15 marzo 1997, n. 59. (L) (2) 

3-bis. Il potere di rappresentanza per la formazione e la presentazione di istanze, progetti, dichiarazioni e altre attestazioni nonché per il ritiro di atti e documenti presso le pubbliche amministrazioni e i gestori o esercenti di pubblici servizi può essere validamente conferito ad altro soggetto con le modalità di cui al presente articolo. (3)

(1) Comma sostituito dall'art. 9, comma 1, D.Lgs. 23 gennaio 2002, n. 10 e, successivamente, dall'art. 65, comma 4, D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82, a decorrere dal 1° gennaio 2006. Infine il presente comma è stato così modificato dall'art. 47, comma 2, lett. a), D.Lgs. 30 dicembre 2010, n. 235.
(2) Comma così modificato dall'art. 47, comma 2, lett. b), D.Lgs. 30 dicembre 2010, n. 235.
(3) Comma aggiunto dall'art. 47, comma 2, lett. c), D.Lgs. 30 dicembre 2010, n. 235.

 

Articolo 47 (R)

Dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà

1. L'atto di notorietà concernente stati, qualità personali o fatti che siano a diretta conoscenza dell'interessato è sostituito da dichiarazione resa e sottoscritta dal medesimo con la osservanza delle modalità di cui all'articolo 38. (R)

2. La dichiarazione resa nell'interesse proprio del dichiarante può riguardare anche stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza. (R)

3. Fatte salve le eccezioni espressamente previste per legge, nei rapporti con la pubblica amministrazione e con i concessionari di pubblici servizi, tutti gli stati, le qualità personali e i fatti non espressamente indicati nell'articolo 46 sono comprovati dall'interessato mediante la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà. (R)

4. Salvo il caso in cui la legge preveda espressamente che la denuncia all'Autorità di Polizia Giudiziaria è presupposto necessario per attivare il procedimento amministrativo di rilascio del duplicato di documenti di riconoscimento o comunque attestanti stati e qualità personali dell'interessato, lo smarrimento dei documenti medesimi è comprovato da chi ne richiede il duplicato mediante dichiarazione sostitutiva. (R)

 

Art. 75 (R)

Decadenza dai benefici

1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 76, qualora dal
controllo di cui all'articolo 71 emerga la non veridicita' del
contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici
eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della
dichiarazione non veritiera.

((1-bis. La dichiarazione mendace comporta, altresi', la revoca
degli eventuali benefici gia' erogati nonche' il divieto di accesso a
contributi, finanziamenti e agevolazioni per un periodo di 2 anni
decorrenti da quando l'amministrazione ha adottato l'atto di
decadenza. Restano comunque fermi gli interventi, anche economici, in
favore dei minori e per le situazioni familiari e sociali di
particolare disagio. (L) ))

 

Articolo 76 (L)

Norme penali (1)

1. Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal presente testo unico è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. La sanzione ordinariamente prevista dal codice penale è aumentata da un terzo alla metà. (2)

2. L'esibizione di un atto contenente dati non più rispondenti a verità equivale ad uso di atto falso.

3. Le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli articoli 46 e 47 e le dichiarazioni rese per conto delle persone indicate nell'articolo 4, comma 2, sono considerate come fatte a pubblico ufficiale.

4. Se i reati indicati nei commi 1, 2 e 3 sono commessi per ottenere la nomina ad un pubblico ufficio o l'autorizzazione all'esercizio di una professione o arte, il giudice, nei casi più gravi, può applicare l'interdizione temporanea dai pubblici uffici o dalla professione e arte.

(1) Per l’inserimento del comma 4-bis nel presente articolo vedi l’ art. 3, comma 1, L. 12 aprile 2019, n. 31, a decorrere dal 19 maggio 2021, ai sensi di quanto disposto dall’ art. 7, comma 1, della medesima legge n. 31/2019, come modificato dall’ art. 8, comma 5, D.L. 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, dalla L. 28 febbraio 2020, n. 8, e dall’ art. 31-ter, comma 1, D.L. 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla L. 18 dicembre 2020, n. 176; per l’applicabilità di tale disposizione vedi l’ art. 7, comma 2, della citata legge n. 31/2019.
(2) Comma così modificato dall’ art. 264, comma 2, lett. a), n. 3), D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 luglio 2020, n. 77.


FAC SIMILE 1

MODELLO DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’

(Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

 

Il/la sottoscritto/a_____________________________________________________________

                                                 (cognome)                                        (nome) 

nato/a a__________________________________(_____) il____________________________

                                    (luogo)                                  (prov.)

residente a _______________________________(_____) in via__________________________

                                   (luogo)                                  (prov.)                         (indirizzo)

consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000

per i casi dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi di

DICHIARA

________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________

 

Dichiaro di essere informato che, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 10 della legge 675/96 i dati personali da me forniti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito

del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa

______________________________

             (luogo e data)

                                                                      Il/la dichiarante______________________________

                                                                                                      (firma per esteso e leggibile)

 

La firma in calce non deve essere autenticata

Ai sensi dell’art. 38 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato

in presenza del dipendente addetto, ovvero sottoscritta o inviata all’ufficio competente, via fax, tramite un incaricato, oppure a mezzo posta, insieme alla fotocopia, non autenticata, di un documento di identità del dichiarante.


FAC SIMILE 2 (per le agevolazioni) 

Il sottoscritto:

Cognome e nome ……………………….…………………………. nato a ………………….………….. ………………………………, il …………………………., in qualità di rappresentante legale dell’impresa 

(Ragione sociale) ............….....  ………………………………………………..........................………….. forma giuridica .............

Codice Fiscale ...........................…….............. Partita IVA  ........................................... Sede legale in .....…....……......., prov. ............, CAP ................... via e n. civ. ......................……....................................……………………………………………..

tel. .................................…… fax ....…..................... e-mail……………………………… p.e.c………………………………………..

ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, sotto la propria responsabilità ed avendone piena conoscenza, consapevole delle responsabilità penali, derivanti dal rilascio di dichiarazioni mendaci, di  formazione o uso di atti falsi, e della decadenza dai benefici concessi sulla base di una dichiarazione non veritiera, richiamate dagli artt. 75 e 76 del medesimo decreto,

DICHIARA CHE