28.01.2022 - ACCERTAMENTO, termini di decadenza

RASSEGNA STAMPA

Il Sole 24 Ore - 28.2.2022

Sulla base delle informazioni fornite dall'Agenzia delle Entrate in occasione di telefisco del 28.1.2022 nei prossimi anni occorrerà guardare al 26 o 25 marzo (quando l'anno sarà bisestile).

L’articolo 67 del Dl 18/2020 ha stabilito la sospensione dall’8 marzo al 31 maggio 2020 dei termini relativi anche all’attività di accertamento. Si tratta di 85 giorni che generano lo spostamento in avanti delle scadenze per un periodo corrispondente a quello della sospensione.

Per il periodo d'imposta 2015 gli atti dovevano essere emessi entro il 31.12.2020 (quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione)  e dovranno essere notificati entro il 28.2.2022.

Per le annualità dal 2016 in avanti opera il nuovo termine decadenziale del quinto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione, il termine è quindi il 31.12.2022 (per il 2016) che slitta al 26 marzo 2023 per la sospensione di 85 giorni.

Il sole 24 Ore - 23.2.2022

A rischio di illegittimità gli atti emessi nel 2020 in corso di notifica
Il problema nasce dall’aver introdotto la distinzione tra emissione e notificazione: la norma appare troppo indeterminata
 
----------
Le annualità fino al 2018 decadono il 26 marzo
La risposta delle Entrate a Telefisco 2022